Come cuocere i legumi in poco tempo

Ti piacciono i legumi? Se stai leggendo questo articolo forse si.

Se sei qua per sbaglio e pensi che i legumi non siano il tuo, forse è il momento per te di cambiare idea su questo alimento.

Intanto due cose al volo per dirti perché mangiare i legumi fa bene.

Sono la prima fonte di proteine vegetali e ti fanno bene a prescindere, perché contengono tra le altre cose la lisina, uno degli amminoacidi essenziali utili per la crescita, per produrre enzimi, anticorpi e ormoni.
La lisina serve anche per la produzione del collagene (attenzione, ragazze over 30), e serve insieme alla vitamina C per la produzione di energia (possiamo dire brucia i grassi? Attenzione overall che la prova costume è dietro l’angolo).

Se hai un momento di debuloria (debuloria = parola inventata dalla mia famiglia, in uso da generazioni, che indica una sensazione di spossatezza e l’andatura smoscia che si ha in certi giorni di fiacca), è il caso che leggi fino in fondo e cominci a cucinare lenticchie, ceci, fagioli e fagiolini di tutti i tipi. Scoprirai che braccio di ferro avrebbe dovuto lasciar perdere gli spinaci e buttarsi sui legumi.

Scegliere legumi freschi, secchi o congelati?

Vanno bene tutti, a seconda di quanto tempo hai o di cosa stai cucinando.

Legumi freschi

I legumi freschi sono più buoni, li trovi quasi solo di stagione e cuociono più velocemente. Eventualmente puoi optare per la versione congelata che è un buon compromesso se proprio muori dalla voglia di mangiare i pisellini freschi a dicembre.

Legumi secchi

I legumi secchi costano meno, sono più facili da reperire, e puoi tenerne una scorta sempre in casa.

I legumi in scatola sono una soluzione troppo comoda per essere presa in considerazione per noi veri duri della cucina in affanno. Inoltre i legumi in scatola contengono un sacco di zucchero e conservanti, costano di più e la confezione non è facilmente riciclabile.

Come cuocere i legumi in poco tempo

Ora parliamo di come cucinare i legumi. Ti svelerò tutte i trucchi che ho imparato in questi anni di cucina cronometrata.

Gli articoli che ho letto online su come cucinare i legumi parlano di far bollire il tuo legume preferito per ore e ore, rimuovendo delicatamente la schiumetta che si forma in superficie e, in pratica, passare la giornata a guardare una pentola di fagioli che bolle.

Ti tolgo ogni fantasia. Qua abbiamo 20 minuti al massimo per fare tutto, incluso l’impiattamento.

C’è una fattore molto importante da tenere in considerazione, prima che ti sveli i miei segreti per cucinare i legumi in poco tempo, ed è questo:

hai una pentola a pressione / non hai una pentola a pressione.

La pentola a pressione per me è la soluzione a quasi tutti i problemi di stress della vita moderna. Se non hai una pentola a pressione con estremo sforzo cercherò di non discriminare, ma sappi che con le ore che risparmieresti usandola potresti fare tantissime cose. Imparare tutto sulle cripto valute per esempio oppure, magari, prendere un brevetto di volo.

Pensaci.

Come cuocere i legumi: se hai una pentola a pressione.

La vita ti sorride. Puoi cucinare i legumi in pochissimo tempo.

Legumi freschi:

Per cucinare i legumi freschi la pentola a pressione è quasi superflua. I tempi di cottura si riducono molto con fagioli borlotti, fave, piselli freschi e si, lo devo ammettere per i puristi, la cottura con la pentola a pressione non esalta i sapori.

Il forte calore all’interno della pentola non aiuta a conservare i nutrienti degli ingredienti freschi ma velocizza la cottura. Nella vita bisogna fare delle scelte e io ho scelto di non mangiare il minestrone in busta ma di farmelo da sola rinunciando a qualche vitamina ogni tanto.

Comunque anche per cuocere i legumi freschi, vale la regola aurea della pentola a pressione: appena fischia abbassi il fuoco e cominci a contare metà del tempo di cottura normalmente richiesto.
Io conto sempre un po’ meno e finisco la cottura, se è necessario, senza il coperchio evitando così il rischio pappone.

Legumi secchi:

Ecco il rivoluzionario sistema da me quasi brevettato, che ti permetterà di cuocere i legumi secchi mentre stai facendo colazione la mattina ed avere la cena pronta quando torni a casa dal lavoro.

Metti a bagno la sera, prima di andare a dormire, la quantità di legumi che vuoi usare per cucinare.
Quando ti svegli scolali e mettili nella pentola a pressione con abbondante acqua calda. Puoi aggiungere un pizzico di bicarbonato per migliorare la cottura.

Accendi il fuoco alto sotto la pentola e fai le tue cose. Ricordati solo di abbassare il fuoco al minimo quando comincia a fischiare e conta 3 minuti dall’inizio del fischio.

Passati i 3 minuti spegni il fuoco e lascia la pentola dov’è sul fornello.
Il calore che piano piano si disperderà durante la giornata cuocerà i legumi che al tuo ritorno saranno pronti per essere mangiati.
Questa tecnica funziona perfettamente per ceci e fagioli corona che hanno dei tempi di cottura più lunghi.

Non è indicata per lenticchie (che hanno dei tempi di cottura bassissimi e non hanno nemmeno bisogno di ammollo) e per i fagioli borlotti o cannellini, perchè si spappolano (però se invece vuoi preparare una vellutata è l’ideale, perché poi frulli tutto e servi).

Puoi comunque usare la pentola a pressione per cucinare i legumi che non ho citato dimezzando comunque i tempi di cottura: aspetti il fischio, abbassi il fuoco e una volta trascorso il tempo necessario alla cottura (cioè normale tempo di cottura diviso due), spegni il fuoco, fai sfiatare la pentola e poi scoli i legumi cotti.

Come cuocere i legumi: se non hai una pentola a pressione.

Legumi freschi:

Mentre ponderi seriamente l’acquisto di una pentola a pressione, goditi tutti i sapori dei legumi freschi: fave, piselli, fagioli. Puoi prepararli da soli o dentro alle zuppe. I tempi di cottura variano dai 15 ai 25 minuti, dipende da quale legume prepari e se è fresco o congelato.
Miraccomando! Fai particolare attenzione particolare ai tempi di cottura dei fagioli borlotti: non vanno consumati crudi perché contengono fitoemagglutinina, una sostanza tossica contenuta nei fagioli rossi. Anche soia, e fagioli bianchi sono tossici se mangiati crudi. Le fave ne contengono in bassa percentuale e non fa bene mangiarne troppe crude.

L’importante per non stare male è cuocere tutto correttamente, ricordando che non è necessario che questi legumi siano spappolati per essere commestibili!

Legumi secchi:

Se vuoi cuocere i legumi secchi senza pentola a pressione, mettili in ammollo almeno una notte intera e, per ottimizzare i tempi, dedica una sera a settimana a cuocerne un bel po’ e conservali.
Ora ti spiego come.

Trucco salvatempo per cucinare i legumi freschi o secchi:

La cosa più furba che puoi fare quando cucini i legumi di qualunque tipo e in qualunque modo, è prepararne di più di quelli che ti servono e conservarli per i giorni successivi.

Il bulk cooking è un’arte raffinata, e voglio dedicare più spazio a questo argomento nei prossimi post. Per ora ti suggerisco solo due sistemi per conservare i legumi e poi usarli come base per cucinare piatti più elaborati.

Cuoci almeno 500 gr di legumi e una volta freddi, conservali in un contenitore chiuso meglio se di vetro, in frigo.

Ne puoi aggiungere quando ti serve una cucchiaiata a cereali, insalate o minestre anche all’ultimo minuto prima di portare in tavola. Con questo sistema avrai proteine vegetali pronte 7 su 7, h 24.

Attenzione a non dimenticarteli! Si mantengono al massimo 6/7 giorni, che per alcune persone (io) è un tempo più che ragionevole per non avere la minima idea di cosa ci sia nel proprio frigo.  

Cuoci più di 800 gr di legumi e dividili in porzioni da congelare.

Questa opzione subito ti può sembrare più impegnativa ma è molto gratificante. Proprio quando pensi di non avere altra scelta che chiamare la pizzeria ti viene l’illuminazione geniale del sacchettino in freezer con i tuoi fagioli già cotti che in 3 minuti con una spolverata di curry diventano una zuppa calda e super proteica. Per i veri professionisti dell’organizzazione: tiri fuori dal frigo la porzione la mattina e la sera i legumi sono pronti per diventare hamburger.

Se vuoi iniziare subito a cucinare i legumi come se non ci fosse un domani ecco la ricetta del Cous Cous di Verdure Speziato. Dimmi se questo articolo ti è piaciuto lasciando un commento in fondo!

Marilisa

Showing 2 comments
  • Samantha
    Rispondi

    Io e i legumi ……un’eterna lotta nei tempi ” d’anmollo” e cottura!😂
    Meditero’ anche l’acquisto della pentoka a pressione …..”arnese” infernale ma sicuramente utile!🤔
    Grazie dei consigli……Ciao Sam

    • marilisa.bombonato
      Rispondi

      Ciao Sam! Se hai poco tempo per cucinare come il 95% della popolazione italiana, la pentola a pressione è un investimento davvero utile! Si trovano anche a delle cifre più che abbordabili. Io ti consiglio di sceglierne una di quelle con il tappino in gomma che salta se malauguratamente si alza troppo la pressione all’interno della pentola. Mi è successo un paio di volte perché la valvola era leggermente incrostata e non è stata una tragedia. Un po’ di acqua di cottura sui fornelli ma una cosa più che gestibile. Se hai bisogno di consigli Hai già visto che l’argomento mi appassiona, sono a tua disposizione!

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search